Istituto

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

L’istituto Comprensivo “82° c.d. D’acquisto” si è formato nell’anno 2000 dall’unione della Scuola dell’Infanzia e Primaria “ 82°C. D. Rosa Taddei” e dalla Scuola Media “Salvo D’Acquisto”, entrambe operative dalla metà degli anni sessanta.

La Scuola dell' Infanzia , la Scuola Primaria  e la Scuola Secondaria di primo grado accolgono tutti i bambini, anche quelli che sono in situazione di handicap o che presentano difficoltà più o meno intense di apprendimento(L.104/92). 
L'accoglienza costituisce il primo momento di integrazione scolastica così da essere riconosciuti e riconoscersi come elementi attivi della comunità educante.
La scuola offre agli alunni diversamente abili un articolato e mirato progetto educativo e didattico, che si connota come parte integrante della programmazione di classe, di sezione e di  Istituto. Tale progetto, avvalendosi della diagnosi funzionale che indica le reali difficoltà dell’alunno,  riconosce il diritto della famiglia a partecipare e collaborare al processo di crescita del figlio e individua le condizioni organizzative e didattichepiùefficaci.

Il  nostro ISTITUTO COMPRENSIVO prevede un sistema di rapporti interattivi tra la famiglia e la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado, in modo da creare un contesto educativo e di apprendimento saldamente raccordato con tutte le esperienze precedenti, collaterali e successive del bambino.
Risultati concreti di raccordo saranno perseguiti mediante comuni iniziative educative e didattiche, a partire dalle attività di programmazione, e mediante il confronto e la verifica fra i docenti, il rapporto con i genitori, l’organizzazione dei servizi ed il rapporto organico fra le scuole e le istituzioni del territorio.
Particolare attenzione è riservata all’accoglienza dei bambini e all’osservazione sistematica del comportamento, all’ equilibrata formazione delle sezioni e delle classi, alla flessibilità dei tempi, alla predisposizione degli spazi ed alla scansione delle attività. Il nostro Istituto, pertanto, nella convinzione che il benessere psicofisico del bambino sia fondamentale per favorire un buon apprendimento e un sereno inserimento nella realtà scolastica che lo accoglie, ha affrontato il tema della continuità educativa e didattica tra i diversi gradi di scuola, proponendo un progetto che vede coinvolti :

- i bambini, che necessitano di continuare il loro percorso scolastico senza brusche capovolte o interruzioni, ma supportati da linee educative coerenti,per costruire la loro identità;

- gli insegnanti della scuola dell’infanzia, che accompagnano i bambini in una fase di importante passaggio, sono impegnati a fornire loro un bagaglio di competenze che si riveli interessante, essenziale, funzionale e duraturo;

- le famiglie, che necessitano di un forte coinvolgimento per conoscere, condividere e avere fiducia nella nuova comunità educativa che accoglierà i loro figli;

- gli insegnanti della scuola Primaria e della scuola secondaria di 1°Grado, che hanno bisogno di conoscere alcuni punti forti dei vissuti dei bambini e delle scelte metodologico - educative già attivate, per individuare strategie di accoglienza, per instaurare relazioni di fiducia con i bambini e con le famiglie, per poter progettare piani di intervento personalizzati.


SCUOLA – FAMIGLIA


Per promuovere il dialogo, il confronto, l’informazione, la comunicazione sul percorso formativo degli alunni e sull’attività scolastica, la scuola realizza riunioni di classe, comunicazioni attraverso il diario o gli altri strumenti predisposti dalla scuola (griglie, moduli, fogli informativi), colloqui individuali e riunioni collegiali anche in occasione delle elezioni dei rappresentanti di classe e della consegna dei documenti di valutazione.
I docenti della Scuola dell’Infanzia ricevono i genitori, per colloqui individuali, ogni bimestre in date programmate e comunicate ad inizio anno scolastico, qualora se ne ravvisi la necessità anche su convocazione.
I docenti della Scuola Primaria ricevono i genitori mensilmente, su appuntamento o convocazione.
I docenti della Scuola Secondaria ricevono i genitori settimanalmente, previo appuntamento o su convocazione.



SCUOLA – TERRITORIO


I rapporti con il territorio sono improntati alla collaborazione e alla reciproca valorizzazione delle risorse umane e materiali, così da rendere la scuola polo di iniziative culturali, di manifestazioni educative e sportive, oltreché di informazioni e interventi comuni rivolti al miglioramento del benessere dell’utenza e della buona operatività dei servizi in generale. Vanno sottolineati i rapporti di collaborazione con il 10° Btg. Dei Carabinieri, la Polizia di Stato, la Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale.


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti

Contatore Visite